News


16 novembre 2017 - Studi e ricerche alla Biblioteca del Capitolo Metropolitano


 


Studi e ricerche alla Biblioteca del Capitolo Metropolitano di Milano

Milano, 16 novembre 2017 - Università degli Studi - via Festa del Perdono 7
Aula Seminari del Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici - Sezione di modernistica

Il 16 novembre si terrà una giornata di studi organizzata congiuntamente dalla Biblioteca del Capitolo Metropolitano e dal Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia realizzato dall'Università e diretto dall prof. Paolo Chiesa.

Al termine delle relazioni è prevista una visita alla Biblioteca con esposizione dei volumi presentati nelle comunicazioni.

La giornata ha l’obiettivo di far conoscere al pubblico degli studiosi e agli appassionati il patrimonio librario e documentario della Capitolare, gli strumenti per la consultazione e le ricerche in corso sui suoi fondi, che sono attualmente oggetto del censimento e della catalogazione dei manoscritti medievali in Manus Online.

La prima parte della giornata è pensata come un'introduzione alla storia della Biblioteca, ai suoi servizi e alle sue attuali attività. Nella seconda parte saranno proposti alcuni studi relativi a codici specifici e ad altri materiali della Capitolare.

Online è disponibile il PROGRAMMA dei lavori.

 

 


 

 

A lato dei manoscritti medievali: il Fondo Bettinelli in Manus OnLine

 

Il Fondo Bettinelli, conservato presso la Biblioteca Teresiana di Mantova, costituisce una documentazione di indubbio valore per gli studiosi del periodo che va dagli anni '40 del Settecento a tutto il 1808.

 

Giovanni Catalani, cultore della materia presso il Dipartimento Culture e Civiltà dell'Università di Verona, e membro del Consiglio scientifico del CRES (Centro di Ricerca sugli Epistolari del Settecento), in collaborazione con la Teresiana, ha pubblicato in Manus OnLine la descrizione di più di duemila lettere, ricevute da Bettinelli.

 

Il gesuita Saverio Bettinelli (1718-1808) fu uno dei più importanti e discussi intellettuali della propria epoca, celebre anche per aver innescato una famosa polemica antidantesca. Egli intrattenne relazioni con un gran numero di personaggi illustri del mondo culturale, salottiero, politico e religioso del diciottesimo secolo, tra cui molti altri gesuiti ed ex-gesuiti.

 

Le lettere conservate alla Teresiana rispecchiano infatti la stima proclamata - se non sempre sincera - che egli riscuoteva presso letterati dell'importanza di Francesco Algarotti, Ugo Foscolo, Vincenzo Monti, Giuseppe Parini, Ippolito Pindemonte, Voltaire.

Riguardo a quest'ultimo (con cui il gesuita mantovano ebbe un famoso incontro-sconto a Ginevra nel 1758), tra le lettere conservate nella Teresiana si trova un famoso biglietto, riprodotto qui a fianco: quello nel quale il bizzoso Voltaire conferiva a Bettinelli, mantovano e poeta, il titolo di 'segretario di Virgilio'

 

 

 


 

 

 

Idea of Italian Xellence


 

 

Il team del Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia ha vinto il premio di Canon Italia "Idea of Italian Xellence" 2016,

con un progetto dedicato alla digitalizzazione dei manoscritti conservati in Lombardia. Il professore Paolo Chiesa, direttore scientifico,

Giliola Barbero, Martina Pantarotto e Gian Paolo Bagnato, della ditta Motus Maior, hanno disegnato un canvas secondo il metodo

dell'International Institute of Business Analysis (IIBA) - che ha promosso il contest -, dimostrando il valore e la sostenibilità

delle valorizzazione di questo nostro patrimonio letterario e artistico.

______________________________________________________________________


Manoscritti e metadati

 

La giornata di studio Manoscritti e metadati è stata seguita con attenzione e interesse da bibliotecari, studenti e ricercatori.

I responsabili del Censimento ringraziano tutti coloro che sono stati presenti alla giornata di studio e in modo particolare i relatori

e le istituzioni che hanno accettato di partecipare.

 

 


 

Manoscritti e metadati
Milano, 26 novembre 2016, ore 9.30 - 17.30

 

Il 26 novembre 2015 si terrà una giornata di studio su Manoscritti e metadati, che ha lo scopo di illustrare e discutere come i metadati siano applicati alla digitalizzazione dei manoscritti medievali. I lavori si svolgeranno presso l'Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana, al Castello Sforzesco.

 

Il programma prevede due lezioni introduttive, dedicate rispettivamente a delineare il concetto di metadati e le esigenze dei ricercatori di ambito umanistico. Seguiranno quindi alcuni interventi che illustreranno l'uso dei metadati in progetti italiani e stranieri e una discussione finale.

 

L'iniziativa è stata resa possibile grazie all'associazione APICES tramite la Dotazione "J. M. M. HERMANS" per lo sviluppo delle ricerche paleografiche e codicologiche.

 

 

Si ringraziano inoltre la Regione Lombardia, il Comune di Milano con l'Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana, la ditta Motus Maior, i relatori e le loro istituzioni d'appartenenza (l'Università degli studi di Milano, l'Università cattolica del Sacro Cuore, l'Università degli studi di Firenze, l'Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale, l'Istituto Centrale per il Catalogo Unico, i progetti eCodices, Manuscripta Mediaevalia e BEIC) che hanno accettato di condividere il progetto.

 


I manoscritti visconteo sforzeschi di don Carlo Trivulzio:
una pagina illustre di collezionismo librario nella Milano del Settecento

Al Castello Sforzesco, presso l'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è stata inaugurata e resterà aperta fino al 3 maggio una mostra dedicata a nove manoscritti membranacei di provenienza visconteo sforzesca.

 

La mostra è organizzata dalla Biblioteca Trivulziana in concomitanza con l'iniziativa espositiva Arte lombarda dai Visconti agli Sforza (Palazzo Reale, 12 marzo - 28 giugno 2015). Essa offre ai visitatori l'occasione di rivivere il clima culturale della corte visconteo sforzesca attraverso una delle pagine più illustri del collezionismo milanese della seconda metà del Settecento.

 

Il percorso espositivo in Sala del Tesoro consente infatti di apprezzare in originale i manoscritti di committenza visconteo sforzesca raccolti nel XVIII secolo da don Carlo Trivulzio sul mercato antiquario e da allora sottratti a ulteriori dispersioni. Inoltre ai visitatori è offerta la possibilità di sfogliare integralmente in digitale tutti i codici attraverso l'indirizzo di rete e il QR CODE per accedere ai contenuti della mostra e alla descrizione codicologica dei singoli manoscritti esposti.

 


La Dotazione Hermans assegnata al Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia

L'Association Paléographique Internationale Culture Écriture Société (APICES) ha attributo al Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia la Dotazione Hermans, un contributo per realizzare una giornata di studio su Manoscritti e metadati. L'incontro sarà organizzato tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre presso la Biblioteca Trivulziana, che ancora una volta ha dato la propria generosa disponibilità a collaborare con il Censimento.

 

Lo scopo della giornata è discutere come possano e debbano essere elaborati i metadati che accompagnano le riproduzioni dei manoscritti all'interno delle biblioteche digitali e dei metaopac. Nonostante si sappia e si possa immaginare che molti operatori del settore abbiano affrontato questa problematica all'interno dei propri progetti, di fatto il tema non è mai stato indagato scientificamente in maniera coordinata, confrontando le idee e le realizzazioni. La problematica tuttavia è di grande importanza sia in ambito biblioteconomico sia in ambito paleografico e codicologico, perché le raccolte digitali stanno diventando uno degli ambienti più frequentati dagli studiosi e dagli appassionati di manoscritti: per questo è fondamentale valutare come dare loro accesso a queste risorse.

 

La giornata di studio sarà organizzata da un gruppo di specialisti con i quali il progetto è stato ideato: Giliola Barbero (Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia), Paolo Chiesa (Università degli studi di Milano), Mirella Ferrari (Università Cattolica, Milano), Isabella Fiorentini (Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana), Claudio Gamba (Regione Lombardia), Fabio Venuda (Università degli studi di Milano).

 

Un supporto scientifico ci è stato promesso anche dagli stessi responsabili di Apices, che ringraziamo sia per l'appoggio fattivo sia - e forse anche di più - per la fiducia.

 


Libri & Documenti

Per gentile concessione dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano sono stati caricati nella sezione Studi del sito 6 nuovi articoli della rivista Libri & Documenti.

 


I manoscritti Visconteo Sforzeschi della Biblioteca Trivulziana digitalizzati

L'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana ha digitalizzato per intero cinquanta manoscritti, nove dei quali appartenuti alle famiglie Visconti e Sforza. Le immagini sono disponibili nella biblioteca digitale del Comune di Milano, Grafiche in Comune, dove tutti possono sfogliarli. Tra i codici più noti , per fare solo alcuni esempi, ora si possono consultare online il libro di preghiere (Liber Iesus, Triv. 2163) e il libro di studio del latino (Triv. 2167) di Massimiliano Sforza.

 

I codici disponibili nella nuova biblioteca digitale milanese sono una parte dei codici Trivulziani descritti in Manus OnLine. Il legame tra i due sistemi informativi è realizzato attraverso un'architettura semplice, che sfruttando le schede - tutte di alto livello scientifico - redatte all'interno della Biblioteca Trivulziana, evita la duplicazione dei dati. La soluzione studiata all'interno della Biblioteca Trivulziana, dai responsabili dell'istituzione e dai suoi bibliotecari, è stata resa possibile dalla specifica struttura di Manus Online, che permette di creare al proprio interno link verso risorse esterne.

 

In questa occasione i responsabili del Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia si rendono disponibili per approfondire con i bibliotecari che lo desiderino lo studio dei rapporti tra catalogazione dei manoscritti e le biblioteche digitali, cosicché l'argomento non venga trattato soltanto dagli informatici e dalle loro ditte, indipendentemente da chi opera direttamente in questo settore.

 


Corso di aggiornamento per bibliotecari e catalogatori di manoscritti: letture consigliate

In preparazione alla lezione dell'11 settembre è stata consigliata la lettura di

P. Cherubini - A. Pratesi, Paleografia latina. L'avventura grafica del mondo occidentale, Città del Vaticano, 2010, pp. 431-490.

 


Proseguimento del Corso di aggiornamento per bibliotecari e catalogatori di manoscritti

L'11 e il 18 settembre 2014 proseguirà il Corso di aggiornamento per bibliotecari e catalogatori di manoscritti con una prima lezione su La scrittura gotica, tenuta dalla dottoressa Martina Pantarotto presso la sede della Regione Lombardia, e una seconda giornata dedicata a Gli strumenti per l'identificazione dei testi latini medievali, tenuta dalla dottoressa Rossana Guglielmetti presso l'Università Statale di Milano.

 

Programma e informazioni pratiche

 

 


 

Corso su Manus OnLine

L'11 luglio 2014 ha avuto luogo a Milano presso la sede della Regione Lombardia un incontro su Manus OnLine, richiesto da bibliotecari e catalogatori che desiderano collaborare al progetto ma non avevano ancora esperienza di lavoro in questo campo.

Dopo la prima lezione frontale, il corso continuerà ora online: i bibliotecari realizzeranno delle schede in un ambiente di esercitazione e queste verranno corrette da remoto.


Prime istruzioni.

 

 


 

Corso di aggiornamento per bibliotecari e catalogatori di manoscritti

Giovedì 26 giugno 2014 ha avuto luogo presso il Palazzo Lombardia a Milano il primo dei tre incontri dedicati al Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia. In questa giornata sono stati approfonditi i problemi emersi dall'uso del software Manus OnLine, mentre nelle due successive, che si terranno in settembre, si tratterà della datazione delle scritture gotiche e dell'identificazione dei testi medievali.

 

Scarica il programma

 

 


 

14.03.2013 Presentazione del Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia

Il Censimento dei manoscritti medievali della Lombardia¨ stato presentato al seminario Oltre il muro iniziativa collaterale del Convegno delle Stelline, Biblioteche in cerca di alleati. L'intervento è ora disponibile online.

 

Scarica il programma
Scarica l'intervento

 

 


 

01.12.2012 Nuova sezione Studi

Le biblioteche che partecipano al Censimento, sono invitate a inviare in formato txt, word o pdf il testo di articoli che siano ritenuti particolarmente utili a documentare il patrimonio manoscritto lombardo. Tali pubblicazioni saranno rese accessabili da questo sito, nella sezione Studi

 

 


 

01.08.2009 Manoscritti della Lombardia al Convegno IFLA 2009

Il 26 agosto 2009 il CensimentoE' stato presentato a Milano al 75° Congresso dell'IFLA all'interno della sezione "Rare Books and Manuscripts, Preservation and Conservation and Library History", alle ore 9.30.

 

Scarica il testo dell'intervento